Prenota i tuoi biglietti con Trainline

 ✔ Compara le offerte di Trenitalia, Italo e altre compagnie in un solo clic

 ✔ Prenota online, evita la fila e porta i tuoi e-tickets sempre con te 

 ✔ Pagamenti sicuri e senza spese di prenotazione

Trenitalia ItaloThelloSNCFFlixbusRenfe

Laghi, montagne, fondue e cioccolato, soprattutto cioccolato. Queste sono le principali caratteristiche per cui la Svizzera è conosciuta e amata in tutto il mondo. Tu sei pronto a conoscerla più da vicino? Dopotutto si trova proprio dietro l’angolo.

Per aiutarti a scoprirla abbiamo preparato una guida di otto giorni che ti farà passare da grandi città movimentate a località più tranquille e appartate, il tutto da un treno all’altro. Perché non c’è modo migliore per viaggiare tra le Alpi svizzere che a bordo di uno dei comodissimi treni delle FFS precisi come un orologio, svizzero ovviamente. 

Los geht’s, on y va, si parte! 

1. Lugano

La settimana in Svizzera comincia a bordo di un lago, quello di Lugano. A primo impatto, almeno uditivo, non ti sembrerà di essere andato tanto lontano e in effetti anche geograficamente la distanza con l’Italia è minima. Il viaggio da Milano a Lugano non dura più di 1 ora e 20 minuti con Eurostar o TILO, da Firenze ci vogliono solo 4 ore e circa 5 da Roma. Indipendentemente da dove sarai partito, la tua avventura in Svizzera potrà iniziare appena sceso dal treno: la stazione di Lugano si trova proprio sopra il centro della città e da lì potrai avere una visuale dall’alto di quello che ti aspetta: il lago, le montagne che lo circondano e i tetti luganesi.

Per raggiungere il centro non ti servirà nessuna mappa: se la strada scende è quella giusta! Concediti una pausa a metà per visitare la Cattedrale di San Lorenzo, della quale avrai di sicuro già scorto il campanile dalla stazione. Poi continua tra boutique e negozietti e in pochi minuti, se sarai riuscito a resistere alle vetrine, ti ritroverai in centro. Da qui comincia una piacevole passeggiata tra i caratteristici portici di Lugano seguendo due delle sue vie più esclusive: Via Pessina e Via Nassa. Arrivato in fondo alla seconda troverai la Chiesa di Santa Maria degli Angioli e un po’ più in là il LAC, il modernissimo polo culturale della città. Ora ruota a 180° e incamminati nella direzione opposta sul lungolago. Continua fino al parco Ciani dove troverai la famosa “Porta del Lago”, un romantico cancello che si affaccia sull’acqua. Qui potrai scattare una foto ricordo un po’ diversa dal solito.

2. Lucerna

Per arrivare a Lucerna partendo da Lugano non sono necessari cambi e il viaggio dura poco più di 2 ore. Dal finestrino del treno ti accorgerai che il paesaggio sta piano piano cambiando mentre dagli altoparlanti gli annunci del personale si faranno gradualmente meno comprensibili, a meno che tu non abbia un’ottima conoscenza del tedesco. Anche questa città si trova sulle rive di un lago che, per la sua forma e la sua posizione geografica porta il nome di lago dei Quattro Cantoni. La stazione di Lucerna si trova a due passi dalle sue rive.

Comincia la tua visita su un ponte e non uno qualsiasi: il Kapellbrücke. Costruito nel 1332 interamente in legno, è considerato uno dei più antichi ponti coperti in Europa.  A metà del ponte potrai ammirare da molto vicino la Wasserturm, la famosa torre nell’acqua, uno dei simboli della città. Dall'altra parte del ponte troverai il centro storico di Lucerna, passeggia tra le sue vie e scopri le innumerevoli piazze.

Continua la tua passeggiata in direzione Museggmauer, le mura di cinta originarie della città su cui potrai salire e goderti una vista davvero unica sul lago. Potrai anche visitare tre delle sue torri: la Schirmerturm, la Zytturm e la Männliturm. Una volta sceso dalle mura potrai pian piano rincamminarti verso la stazione, ma fermati un po’ prima per visitare il KKL, la sala concerti di Lucerna: un edificio unico nel suo genere e dall’architettura futuristica.

Ora lasciati alle spalle torri e ponti e preparati per la prossima città, e la prossima lingua.

3. Losanna

Quando sul treno inizierai a sentire più “Oui” che “Ja” saprai di essere vicino alla prossima tappa. Losanna è la capitale del Canton Vaud, uno dei quattro cantoni completamente francofoni della Svizzera. Da Lucerna il viaggio dura circa 2 ore e 15 minuti e non prevede nessun cambio. Qualche minuto prima di arrivare a destinazione tieni gli occhi ben incollati al finestrino, il treno attraverserà una parte dei vigneti di Lavaux, patrimonio mondiale dell’Unesco.

Una volta arrivato fatti coraggio perché ti aspetta una ripida salita, ma ne vale di sicuro la pena visto che ad aspettarti in cima ci sarà la maestosa Cattedrale di Losanna che con il suo stile gotico domina la città dall’alto. Dalla Cattedrale perditi tra le viuzze medievali che la circondano e poi tra discese e salite dirigiti verso Palais de Rumine, un palazzo in stile neorinascimentale fiorentino che al suo interno ospita quattro musei e una biblioteca.

Riprendi il cammino verso rue de Bourg, una via molto chic in cui troverai numerose boutique di lusso. Quando avrai finito con lo shopping vai verso la spianata di Montbenon, il luogo ideale per godersi il panorama sulle montagne e sul lago Lemano. E a proposito di laghi, è giunto il momento di cominciare la tua discesa verso il porto di Ouchy, giusto in tempo per il tramonto. Passeggia sul lungolago e scegli una panchina per lasciarti ipnotizzare dallo spettacolo degli ultimi riflessi del sole sull’acqua.

4. Ginevra

È giunto il momento di salutare Losanna ma non il suo lago, infatti per raggiungere la prossima città il treno costeggerà gran parte della sua riva settentrionale fino ad arrivare a Ginevra, situata sull’estremità sudorientale. Losanna e Ginevra sono vicinissime e separate soltanto da 40 minuti di treno.

La stazione di Ginevra Cornavin si trova nel cuore della città e da lì potrai partire subito verso la Vieille-Ville, la città vecchia. Qui potrai scoprire una Ginevra d’altri tempi visitando la Maison Tavel (la casa più antica della città) in cui si trova un museo d’arte e di storia, la cattedrale di Saint-Pierre e la sua torre costruita nel XV secolo e la Promenade della Treille dove potrai fare una pausa e sederti sulla panchina più lunga del mondo.

Continua verso il lago e non perderti l’adorabile isola Rousseau, poi passa dal Jardin Anglais dove potrai vedere il famoso orologio fiorito per arrivare finalmente al simbolo della città: il celebre Jet d’Eau. Il momento migliore per vederlo? Al tramonto, e se sei fortunato potrai vederci riflessi i colori dell’arcobaleno. Uno spettacolo davvero magico.

5. Zermatt

È arrivato il momento di prenderti una pausa dalle grandi città, i musei e le cattedrali, prossima fermata: Zermatt. Da Ginevra  il viaggio dura 3 ore e 44 minuti ed è previsto un cambio a Visp. Se ancora non le avevi viste da uno dei treni presi finora, qui potrai ammirare le inconfondibili mucche svizzere in tutto il loro splendore e, se guardi bene, all’orizzonte vedrai qualcosa di altrettanto inconfondibile. Dalla forma triangolare, bianco su sfondo azzurro invece che dorato sullo sfondo giallo del Toblerone, ecco la cima del Monte Cervino.

Oltre a essere una famosa località sciistica, Zermatt è una meta molto interessante perché da qui parte il famoso Glacier Express, soprannominato il “treno più lento del mondo”. Ma per godersi appieno gli spettacolari paesaggi che si possono vedere dai suoi finestrini vale la pena di fare un viaggio un po’ al rallentatore. Per un totale di otto ore questo treno passa sopra 291 ponti e attraverso 91 tunnel fino a toccare i 2030 metri sul passo dell’Oberalp per poi raggiungere l’estremo oriente della Svizzera, il Canton Grigioni, dove si trovano celebri località come Coira o St. Moritz.

Tra ottobre e dicembre il Glacier Express interrompe il suo servizio quindi se ti dovesse capitare di essere a Zermatt proprio durante quel periodo, non disperare, c’è anche un’altra via per raggiungere i Grigioni, meno panoramica e teatrale, però ti permetterà di visitare un’altra importantissima città svizzera.

6. Zurigo

Zurigo è il centro economico della Svizzera. Per arrivarci partendo da Zermatt dovrai fare un cambio ma in 3 ore e 20 minuti sarai a destinazione. Appena arrivato non scappare subito e rimani qualche minuto in stazione per ammirare la sua spettacolare architettura e salutare il coloratissimo angelo, opera di Niki de Saint Phalle, che da un’altezza di 11 metri veglia sui viaggiatori che partono e arrivano da questa stazione.

Zurigo è una di quelle città in cui non ci si annoia mai. Comincia dalla Bahnofstrasse, letteralmente la “strada della stazione” e praticamente una delle vie più care al mondo. Dopo aver fatto il pieno di vetrine, parti verso uno dei migliori punti panoramici della città, il parco Lindenhof, e poi passeggia tra i pittoreschi vicoli di Schippfe, uno dei quartieri medievali. Un po’ più in là, sempre sulla sponda destra del fiume Limmat, non perderti la chiesa del Fraumünster e le sue incredibili vetrate realizzate da celebre pittore Chagall.

Per scoprire un lato un po’ meno conosciuto della città vai a Niederdorf, un altro quartiere medievale. Qui lascia stare il GPS e perditi senza troppi pensieri tra viuzze ed eccentrici negozi. Dopo tutte queste camminate ti sarà anche venuta voglia di qualcosa di dolce, vicino alla stazione potrai assaggiare il tanto decantato cioccolato svizzero in una dei negozi più deliziosi del paese: Läderach.

7. Coira

Come promesso, si parte verso l’estremo est in direzione di Coira. Se dopo Zurigo già ti mancavano la pace e la tranquillità della natura, salta a bordo del prossimo treno e in 1 ora e 15 minuti ti ritroverai in piccola cittadina tra le montagne, il capoluogo del Canton Grigioni.

Passeggia tra le intricate vie della più antica città Svizzera, eh sì, i tuoi piedi toccheranno oltre 5000 anni di storia! Lascia che ti guidino verso il centro storico e assicurati di non perderti una visita al castello vescovile e alla cattedrale a 3 navate.

Dopo questa bella passeggiata è giunto il momento di sedersi al tavolo di uno dei numerosi ristoranti della città per gustare i Capuns (degli involtini di foglie di bietola), i Pizokels (lontani parenti dei pizzoccheri valtellinesi) e la Viande de Grisons, molto simile alla bresaola. Per finire in bellezza: una deliziosa torta alle noci.

8. Tirano

Eccoti arrivato a uno dei momenti più elettrizzanti del tuo viaggio in Svizzera: l’attraversata delle Alpi a bordo del Bernina Express. Dalla stazione di Coira parti a bordo di un treno che per 4 ore ti regalerà solo paesaggi mozzafiato. Da Coira a Tirano si passa letteralmente dai ghiacciai alle palme. Non staccare gli occhi dal finestrino e goditi al massimo questa magica tratta, tra i patrimoni mondiali dell’UNESCO.

55 tunnel, 196 ponti e delle salite impressionanti (chi è debole di cuore si tenga forte), sul Bernina Express non ci sarà neanche un secondo per annoiarsi e prima che te ne sarai accorto sarai di nuovo in Italia. Da Tirano potrai raggiungere Milano in solo 2 ore e mezza su un regionale e da lì potrai salire a bordo di un altro treno che ti riporti a casa.

Questo è solo uno dei tanti itinerari possibili per scoprire la Svizzera in treno ma ce ne sono moltissimi altri, almeno quante sono le diverse varietà di cioccolato che potrai assaggiare lungo il percorso.

Ti abbiamo convinto a partire? Prenota subito il tuo biglietto o un biglietto risparmio e inizia il tuo viaggio tra le Alpi.