1. Pila, Aosta  

Pila è in assoluto la stazione sciistica più facilmente raggiungibile. Basta prendere un treno per Aosta e poi la telecabina, a pochi metri di distanza dalla stazione. Una volta arrivati, Pila offre una gamma vastissima di attività outdoor, dallo sci-alpinismo allo snowboard, dal freeride al carving. Se però l'adrenalina non fa per voi, niente paura: tanti trascorrono intere giornate in pieno relax, tra un bagno turco e una sauna idromassaggio, o ancora facendo shopping. E dopo una giornata sulle piste? Di solito, arriva la fame: è ora di assaggiare gli ottimi prodotti locali, dalla fontina alla toma, da accompagnare con un delizioso vino DOC valdostano, come un buon Blanc de Morgex o un de La Salle.  

2. Cortina d'Ampezzo, Veneto

C'è davvero bisogno di presentarvi Cortina? Il fatto che si tratti di una delle più note mete sciistiche nostrane è di per sé una garanzia. Per raggiungerla basta prendere il treno da Venezia Mestre per Calalzo, per poi raggiungere il comprensorio sciistico in pullman. Perché scegliere Cortina? I motivi sono molti. Innanzitutto il paesaggio naturale straordinario, un tesoro racchiuso in un forziere antico e massiccio come le Dolomiti. Poi lo sport, naturalmente, dalle discese su neve fresca allo sci-alpinismo e alle gite su ciaspole. Infine, il lato più civettuolo, quello dello shopping di tendenza, dell'arte e dell'artigianato di qualità. Impossibile non lasciarvi conquistare.

3. Bardonecchia, Piemonte  

Ecco un altro pezzo grosso fra le destinazioni sciistiche. Potete raggiungere Bardonecchia dalla stazione di Torino Porta Nuova con treni diretti in soltanto un’ora e venti minuti. Qualche cifra per convincervi a visitarla? Vi basti sapere che dispone di 23 impianti di risalita e 100 km di piste destinate a qualsiasi disciplina invernale possiate immaginare, che siate sciatori provetti o principianti. Bardonecchia è un paradiso anche per i più piccoli, che si divertiranno almeno quanto i genitori sulle piste di snowtubing o andando alla ricerca di cervi, camosci e altri animali selvatici. Ne andrete pazzi!

4. Limone Piemonte, Piemonte 

Limone Piemonte è la star delle Alpi Meridionali. Arrivati in paese in treno da Torino, ci penserà la cabinovia a portarvi fino alla Riserva Bianca. Vi aspettano 56 km di piste adatte a grandi e piccoli e a ogni livello, dove potrete praticare qualsiasi sport invernale, dallo sci di fondo allo snowboard, o ancora al pattinaggio. Se tutto questo movimento non fa per voi, però, non preoccupatevi. Potrete trascorrere le vostre giornate godendovi la natura, scatenandovi in discoteca, facendo shopping o rimpinzandovi di specialità occitane. Qualche esempio? Gnocchetti all’oca arrosto o gustose frittate con erbe selvatiche.  

5. Aprica, Lombardia  

Anche la Lombardia si dà da fare per tenere il passo. Non dovrete fare altro che recarvi in treno a Milano, poi alla stazione di Tresenda-Aprica-Teglio e da lì prendere la navetta che vi lascerà direttamente sulle piste. Treno + bus + skipass è la formula perfetta, tutto ciò di cui avrete bisogno. A questo punto, non resta che scegliere tra sci di fondo, racchette da neve o sci alpino. Tutto qui? Niente affatto. Ad Aprica troverete molto di più: parchi per bambini, centri benessere con sauna, vitarium con aromaterapia e cromoterapia e innumerevoli zone relax. Le serate si animano tra bar, pub e discoteche, mentre per i più golosi si aprono le porte dei ristoranti che servono pietanze tipiche valtellinesi come pizzoccheri e polenta taragna. Provate un po' ad annoiarvi.  

6. Chiesa Valmalenco, Lombardia  

Siete amanti del trasporto multimodale? Bene! È proprio così che si arriva in Valmalenco. In questo caso, però, la navetta parte dalla stazione di Sondrio. La Sèsa (così i valtellinesi chiamano Chiesa Valmalenco) è uno dei comprensori di punta della zona. Con più di 60 km di piste, principianti ed esperti non avranno problemi a trovare i percorsi più adatti al proprio livello. E poi c'è anche Alpe Palù, una leggenda per lo snowboard ad alti livelli. Gli amanti della natura, invece, rimarranno a bocca aperta di fronte agli scenari fiabeschi della Valmalenco, ma la richiuderanno poche ore dopo al ristorante, per gustare un buon piatto di pizzoccheri o le sciatt, tradizionali frittelle con ripieno di formaggio fuso. Che bontà!

7. Tre Cime Dolomiti, Alto Adige  

Pensate che scorrazzare sulla neve sia l'unico scopo di una settimana bianca? Sbagliato. Il comprensorio di Tre Cime Dolomiti è la dimostrazione! Per arrivarci, prendete un treno per Bolzano e da lì proseguite comodamente in navetta. Una volta giunti a destinazione vi accoglieranno i massicci rocciosi delle Dolomiti, così suggestivi da aver convinto l'Unesco a dichiararli Patrimonio Naturale. Oltre a sciare su piste da urlo potrete andare alla scoperta dei tesori artistici della zona, come il capolavoro romanico della collegiata di San Candido. I più devoti amanti della montagna gradiranno una visita al Museo del Turismo di Villabassa, che ripercorre le tappe fondamentali della storia del turismo alpino. Come se non bastasse, queste sono le vette del benessere, dello shopping e della buona cucina: conoscete un modo migliore di mettere tutti d'accordo? 

8. Plose, Alto Adige

A due passi da Bolzano c'è anche Bressanone: lì partono gli skibus che in pochi minuti raggiungono Plose. Destinazione perfetta per neofiti ed esperti, le sue piste sono ideali per appassionarsi a sci, snowboard, ciaspole e slittini. Sullo sfondo, gli impareggiabili scenari delle Dolomiti, con vedute panoramiche sulle cime rocciose e un cielo azzurro sconfinato. Il pezzo forte, da queste parti, è la Trametsch. Di cosa si tratta? Detta anche “Pistone”, è una pista leggendaria lunga 9 km e una pendenza di più del 65%: un richiamo irresistibile per sciatori esperti e amanti dell'adrenalina.  

9. Plan de Corones, Alto Adige 

Rimaniamo nei dintorni di Bolzano, più precisamente a Fortezza, per parlarvi di Plan de Corones, dove potrete arrivare con la nuova telecabina Ried. Il comprensorio vi aspetta per la stagione invernale con le sue tante attrattive sportive, dallo snowboard allo sci di fondo, dalle ciaspole allo sci-alpinismo. In estate, invece, largo a rigeneranti escursioni tra pascoli, boschi e colline. Ai primi caldi, percorrere a piedi queste aree è come immergersi in un universo parallelo, fatto di erbe aromatiche e fiori di campo, ruscelli e aspre pareti rocciose. Impossibile non lasciarsi pervadere da un profondo senso di comunione con la natura.  

10. Madonna di Campiglio

Una delle mete preferite dagli sciatori è Madonna di Campiglio, in Val Rendena, un bellissimo borgo di montagna che offre molto anche a chi non scia, grazie a numerosi eventi, ristoranti tipici, piste di pattinaggio, parchi giochi per bambini e tanti pub e discoteche. Da Milano prendete un treno ad alta velocità Frecciarossa o  Italo per Verona Porta Nuova (1 ora e 20 minuti) o un treno Trenitalia per Trento (2 ore e 40 minuti) e da lì proseguite con i comodi pullman Freccialink di Trenitalia per gli impianti sciistici di Pinzolo e Madonna di Campiglio.

E se preferite trascorrere una settimana bianca all’estero...

Tra Francia, Svizzera e Austria, in materia di località sciistiche avete l’imbarazzo della scelta. Tra le migliori, spicca Val Thorens, nelle Alpi francesi, collegata con un sistema di navette alla stazione dei treni di Moûtiers – Salins. Per ammirare, partendo dall’Italia, gli splendidi paesaggi di quest’area, parte del comprensorio delle Trois Vallées e famosa per essere la stazione sciistica più elevata d’Europa, vi basterà effettuare un cambio a Chambéry Challes-les-Eaux. 

In alternativa, fatevi conquistare dalle Alpi svizzere, in particolare da Laax, a pochi chilometri dalla stazione di Chur (Coira) che è a sua volta ben collegata con quella di Zurigo. Situata nel cantone dei Grigioni, questa località idilliaca possiede ben 235 Km di tracciati adatti ad ogni specialità, ed è amata soprattutto dagli snowboarder. 

Kitzbhüel, infine, è uno storico villaggio austriaco che, oltre a 179 km di piste, offre tanti itinerari affascinanti per chi pratica lo sci escursionistico. Per raggiungere Kitzbhüel in treno, dovrete partire dalla e arrivare fino a Wörgl, che si trova a sua volta a 30 km da questa rinomata località sciistica.

Le cime più belle del mondo non sono poi così lontane. Per un’indimenticabile vacanza invernale vi basteranno un biglietto del treno e un fine settimana di sole!