Ore 9.40: Arrivo alla stazione di Santa Margherita Ligure – Portofino

I treni da Genova Piazza Principe per la stazione di Santa Margherita Ligure – Portofino sono numerosi, anche nei giorni festivi. Quelli regionali impiegano 50 minuti, gli Intercity solo 30 minuti. Se ti piace iniziare la giornata di buon’ora puoi arrivare in stazione verso le 9.40 con un treno regionale, o anche prima. Dal piazzale antistante la stazione parte il bus che porta in pochi minuti al borgo di Portofino. Un’alternativa valida è optare per un traghetto da Santa Margherita Ligure: il colpo d’occhio del porticciolo dal mare vale di per sé l’intera giornata. Ma c’è anche chi sceglie di arrivare a piedi, passeggiando lungo la strada che costeggia il mare e che per alcuni tratti è aperta solo ai pedoni.

Ore 10.30: Dal centro del borgo, passeggiata al Castello Brown

Arrivando al porticciolo o nella piazzetta principale rimarrai incantato; prenditi il tempo per gustare l’atmosfera serena, per sentire gli odori e ammirare i colori. Portofino è unica per la sua luce, che rende vivida ogni sensazione, ma anche per i suoi profumi – il noto designer internazionale Tom Ford ha dedicato al borgo e alle emozioni della riviera ligure un’intera fragranza, Neroli Portofino. Incamminatii lungo la salita che dal molo conduce alla chiesa di San Giorgio, e prosegui la passeggiata fino al Castello Brown. Conviene avere con sé il cellulare o la macchina fotografica al pieno della carica, perché qui nessuno resiste alla tentazione di fare foto a ripetizione: il paesaggio è probabilmente uno dei più belli del mondo. Verde e azzurro si incontrano con un’intensità unica, e il porticciolo con i suoi colori delicati e accesi al tempo stesso è la ciliegina sulla torta. Il Castello Brown ha una storia antica e interessante: la torre risale all’età romana, e attorno ad essa la fortificazione che tuttora resiste fu costruita, si crede, intorno al X secolo. Dopo esser stato conteso, lungo i secoli, dalle varie potenze che nelle diverse epoche si contendevano il territorio ligure, nel 1867 fu acquistato e restaurato dal console inglese Montague Yeats Brown, che se ne era innamorato ammirandolo dal mare durante le escursioni con il suo vascello. Dagli anni ’60 del ‘900 è di proprietà del comune di Portofino, e oggi è meta prediletta per vari tipi di eventi, dai matrimoni alle fiere, alle esposizioni artistiche. Oltre il castello Brown, per continuare l’esplorazione è possibile proseguire fino al faro di Punta di Portofino, il luogo da cui si ammira il panorama più affascinante.

Ore 13.30: Pranzo al molo con vista

Quando si arriva in cima al bosco, la meraviglia del panorama non ti farà pensare al tempo che passa; è possibile persino dimenticarsi di aver fame, ma una volta tornati al borgo ti sarà difficile resistere al profumo del pesce, proveniente dalle cucine dei tanti ristoranti. I locali di Portofino sono in genere all’altezza dell’esclusività del luogo: ristoranti per lo più alla carta, con poche soluzioni street food. Ma in fondo si tratta di solo un giorno e, con un po’ di creatività, si può magari investire in un ottimo pranzo di pesce ciò che si è risparmiato in parcheggio. I ristoranti e le scelte, per chi è amante del raccolto del mare, non mancano di certo e il rapporto qualità/prezzo è solitamente ottimo. Per un pranzo da ricordare, un tavolo con vista al ristorante Lo Stella è una scelta perfetta, e soddisfa i gusti anche di chi, oltre al pesce, ama la carne oppure è vegetariano.

Ristorante Lo Stella

Molo Umberto I, 3, Portofino, Italia

+39 0185 269007

Ore 16.00: A passeggio fra le boutique

Dopo aver pranzato con tutta calma, assaporando ogni singolo boccone, è il momento perfetto per proseguire la giornata con una passeggiata fra le boutique. Sia per chi ha intenzione di fare acquisti, sia per chi vuole soltanto ammirare le vetrine, il borgo è una gioia dei sensi. Oltre alla fattura artigianale locale, aspettatevi di trovare anche una ricca passerella di brand internazionali: da Louis Vuitton a Valentino, da Prada a Bottega Veneta. Il piacere di una passeggiata fra le boutique sarà amplificato dalla concreta possibilità di incrociare lo sguardo con qualcuno dei tuoi stilisti preferiti.

Ore 18.30: Un saluto al tramonto

Mentre si avvicina l’ora del tramonto, osserva riflessi del sole mentre addolciscono il paesaggio. In primavera puoi aspettare quest’ora per salutare il calar del sole, prima di riprendere il cammino – o il bus – verso Santa Margherita Ligure e da lì ripartire nuovamente verso Genova. La spensieratezza di una giornata come questa dona una sensazione di benessere che non si dimentica. Spostarsi in treno e farsi cullare dalle rotaie, mentre si ripensa ai paesaggi straordinari scoperti, vuol dire prolungarla anche oltre il termine della giornata. Un privilegio raro, di questi tempi – come rara è la bellezza di Portofino.